Migrazione, mare, movimento

Un convegno sulle sfide del fenomeno migratorio


Si è tenuto sabato 10 ottobre 2015, presso l’Arsenale della Marina Regia in via dell’Arsenale, 142 a Palermo, il Convegno organizzato dalla Soprintendenza del Mare insieme alla Lega Navale Italiana di Palermo e che il Comune di Palermo ha voluto inserire nel programma del 1° Festival delle Letterature Migranti. Un confronto a più voci tra soggetti istituzionali e non, che a vario titolo sono impegnati nell’accoglienza ai migranti e nel campo dei diritti civili.

Il tema del convegno, a cui ha preso parte Associazione Anteprima, ha affrontato le sfide che il fenomeno migratorio di massa pone, con l’obiettivo di evidenziare i diversi temi relativi all’immigrazione: dai diritti umani agli obblighi di salvataggio, dalle navi umanitarie alle imbarcazioni che da strumento di reato tornano ad una vita di legalità̀, dai racconti delle Associazioni di volontariato che operano sul territorio alle testimonianze di chi ha vissuto ed è sopravvissuto a tale esperienza, passando attraverso racconti di integrazione e storie di vita reali.

Durante la giornata di lavori è stato proiettato il video della Capitaneria di Porto sulle attività̀ istituzionali connesse all’immigrazione, della Lega Navale sulla storia di Azimut – LNI e del Centro Astalli Palermo sul perché́ si sale su una barca.

Tra i presenti il Soprintendente del Mare Sebastiano Tusa, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Assessore alla Cultura del Comune di Palermo Andrea Cusumano, il Delegato Sicilia Occidentale LNI Carlo Bruno e il Luogotenente Marco Re, Comandante della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Siracusa, che ha diretto l’operazione di contrasto all’immigrazione che hanno portato al sequestro di Azimut LNI e arrestato gli scafisti.

Il regista Luciano Accomando,  per Associazione Anteprima, ha esposto le attività e gli obiettivi di “Immagine dal vero degli immigrati e delle varie comunità in Sicilia”, progetto finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani per il sociale” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, che prevede la realizzazione di un film documentario sulle storie di successo di migranti residenti in Sicilia e una ricerca psicosociale per conoscere le cause del pregiudizio della popolazione autoctona e misurare il senso di autoefficacia degli immigrati.

I partecipanti sono stati accolti dal gruppo Scout “Palermo12 S. Alberto Magno” e dai ragazzi dell’Associazione Famiglie Persone Down. Durante i lavori sono state esposte le fotografie scattate da Viviana Corvaia durante uno degli sbarchi al Molo Puntone del Porto di Palermo, il 3 Agosto 2015, nave Burbon Argos di Medici Senza Frontiere.